HORTUS

INCONCLUSUS

UN PROGETTO DI

Nicolàs Schiraldi

Non sono ancora sicuro di quello che sto per fare, non l'ho mai fatto.
Vorrei dipingere un autoritratto, come al solito.

Vorrei concludere in poche ore, tutto d'un fiato, passando per momenti in cui non sono soddisfatto ma che poi, sicuramente, troveranno pace nell'esaurirsi del tempo e dello spazio dedicato al dipinto, accettando anche la sua distruzione.
Ma questa volta è diverso: affronto quelle ore, quelle fasi, quei dialoghi allo specchio, giornalmente sulla stessa tela, attento e cosciente delle trasformazioni che si vanno a sedimentare strato su strato, colore su colore.
Oggi i miei occhi vedono quelli di ieri e quelli di oggi lasceranno il posto a quelli di domani.
Allo stesso modo ogni giorno passo dall'orto per osservarne le evoluzioni, per diserbare, per innaffiare...
I semini diventano piantina, le formiche rubano i semini, i germogli della rucola pizzicano, l'irrigazione centellinata.
Non sono ancora sicuro se mangerò i frutti del mio orto, lo saprò solamente quando cucinerò la prima zucchina, pelerò la prima carota.

gif11.gif
GIF12.gif

"Per me, non si tratta di fare delle belle sculture o delle belle pitture, o di esprimere i miei sentimenti, la mia personalità, attraverso la pittura, attraverso l’arte; per me l’arte non è che un mezzo per cercare di sapere come vedo il mondo esterno (...) " 

Alberto Giacometti

home